Basato sulle neuroscienze cognitive, quest’approccio mi ha insegnato a gestire e far gestire il cambiamento con serenità.

Ho imparato ( e continuo ancora oggi ad imparare ) le tecniche per stimolare l”intelligenza adattativa’, ovvero l’intuizione, l’empatia e la creatività necessarie a gestire lo stress e il cambiamento.

Complemento necessario alla postura di coach, questo approccio mi permette di aiutare i team ad associare performance collettiva e crescita individuale.  

Si tratta di un passaggio essenziale per le organizzazioni che vogliono di più agilità, più motivazione e più ecologia interna di fronte alle trasformazioni e al cambiamento continuo.